Sala Stampa di Sitterlandia.it

Torna all'elenco completo degli articoli

La babysitter o il caregiver oggi si trova su Internet

Molte delle figure professionali che ogni giorno prestano la loro opera nelle nostre case, negli ospedali, nei ricoveri sono conosciute con il termine di “caregiver”, e sono tutti coloro che si prendono cura di quello che di più caro abbiamo: i nostri figli, i nostri genitori anziani, i nostri animali domestici, la nostra casa. Sono figure sempre più importanti per la vita di ognuno di noi, ma spesso la loro ricerca è affidata al caso.
Così, per aiutarci a trovare la persona adatta, senza doverci scervellare o girovagare senza posa è nato il sito Sitterlandia, la piattaforma web specializzata per la ricerca di figure professionali dedicate al family care.

Infanzia, adulti, animali, studio e casa… qualunque sia la propria esigenza si può trovare la risposta nella banca dati, continuamente aggiornata, con i profili ordinati per qualifica professionale e per informazioni base quali disponibilità, distanza, esperienze, competenze e referenze.
Sono 5 le categorie che distinguono le diverse figure professionali. La prima è l’infanzia, che comprende babysitter, tata, aiuto mamma e doula – le persone che affiancano la neomamma lungo tutte le fasi del parto; poi gli adulti, con badanti, infermieri, fisioterapisti e ATD (assistenti turistici per disabili). C’è poi tutto il mondo degli animali con petsitter, dogwalker, addestratori; la categoria rivolta allo studio con tutto per ripetizioni; quella legata alla casa, con colf e custodi.

I plus di Sitterlandia
Sitterlandia nasce in marzo 2011 da un’idea innovativa di Martina Monaco, psicologa esperta in selezione del personale, e Andrea Apollonio (Tribit srl) per la parte informatico-organizzativa. A distanza di un anno conta già oltre 2.000 famiglie iscritte che hanno fatto uso della piattaforma e si è imposto come leader italiano del settore.
Alcune caratteristiche lo rendono unico e inimitabile. Tra queste gli oltre 100 filtri di screening che permettono una ricerca selezionata e puntuale tra le 20mila figure professionali registrate nel sito. L’incontro tra domanda e offerta è infatti frutto di svariate preferenze che è possibile inserire per affinare la propria ricerca. Per trovare ad esempio una babysitter che parli anche inglese, o una colf specializzata anche nella cucina, o una badante con nozioni di primo soccorso. Il risultato darà le diverse figure professionali ordinate in base a una percentuale di attinenza calcolata da un “sistema esperto”, un sistema, cioè, che apprende nel tempo aggiornandosi in base alle preferenze di volta in volta espresse.

Le schede professionali sono molto dettagliate, continuamente aggiornate e chi cerca il profilo ideale può farlo in totale anonimato, in modo da prendersi tutto il tempo che serve per valutare e decidere.
Il servizio è anche economico: l’iscrizione gratuita permette di verificare se ci sono sitter disponibili nella zona di ricerca, per poi contattare le persone è necessario un abbonamento che parte da 20 euro per la durata di un mese.

Per maggiori informazioni e approfondimenti: www.sitterlandia.it
Si può anche scrivere a: info(at)sitterlandia.it